James Hetfield- Metallica- cantante

Andare in basso

James Hetfield- Metallica- cantante

Messaggio  Admin il Lun Ott 26, 2009 2:03 am

Gli inizi
Figlio di un camionista e di una cantante lirica, James Hetfield dimostra fin da giovane un discreto talento musicale, iniziando a seguire lezioni di pianoforte a nove anni, passando poi alla batteria (suonata dal fratello David) e infine, all'inizio dell'adolescenza, alla chitarra.[2] Nonostante le lezioni di piano, James suona la chitarra da autodidatta e non legge né scrive spartiti.

Nel 1976 a 13 anni Hetfield rimase duramente scosso dall'improvviso divorzio dei suoi genitori, nonostante in seguito affermerà che entrambi gli volessero molto bene.[2] Le sue prime passioni musicali sono per i KISS, i Queen e per gli Aerosmith: iscrittosi alla East Middle School, conosce diversi ragazzi con cui condividere la passione per il rock; uno di questi, è Ron McGovney.

Nel 1977, Hetfield si iscrive alla Downey High School di Los Angeles; McGovney, in una intervista a Shock-Waves nel 1993, affermerà: "Alle superiori avevano tutti la loro cricca... c'erano le cheerleaders, i palestrati, la banda musicale... e alla fine ti ritrovavi a frequentre gli sfaccendati senza un vero gruppo sociale, e tra questi c'eravamo io e James. Lui era fissato con Steven Tyler, il leader degli Aerosmith."[3]

I genitori di Hetfield erano adepti di Christian Science: da sempre ciò causa nel giovane musicista numerosi conflitti interiori, che ispirarono alcuni brani tra cui Dyers Eve e The God That Failed. In una intervista a Playboy, il chitarrista affermerà:

« Sono stato educato da scientista cristiano, che è una strana religione. Il principio fondamentale è che Dio cura tutto. Il corpo è solo un involucro, non servono medici. Era alienante e difficile da capire. Non potevo fare le visite mediche per giocare a football. Era assurdo dover lasciare le lezioni di educazione fisica durante la scuola, e tutti i ragazzini dicevano: "Ma perché te ne vai? Che sei handicappato?". Da ragazzino non vedi l'ora di far parte della squadra. Chiacchierano sempre di te e pensano che sei strano. Era davvero fastidioso. Mio padre insegnava al catechismo, era fissato. Mi è stato quasi imposto. Avevamo dei piccoli testimonial, e c'era una ragazza col braccio rotto. Si alzava in piedi e diceva: "Mi sono rotta il braccio ma adesso, guardate, va molto meglio". Ma era, insomma, storpia e basta. Ora che ci penso era alquanto disturbante. »


Le prime band
Nel 1980 Hetfield inizia la carriera da chitarrista negli Obsession, un gruppo composto da lui alla chitarra ritmica, Ron McGovney al basso, Rich Veloz alla batteria, e Jim Arnold alla seconda chitarra. Le prove avvenivano nel garage di Veloz, eseguendo cover di Black Sabbath, Led Zeppelin, Deep Purple, Thin Lizzy e UFO. Non vi era un vero e proprio cantante, ma Hetfield era quello che sembrava più portato per questo ruolo, benché venisse alternato da Arnold e Veloz.

Gli Obsession, comunque, ebbero vita breve, poiché i rapporti tra Hetfield e Veloz non erano dei migliori. Il chitarrista, insieme a McGovney e ai fratelli Arnold (Jim e Chris), formarono dunque un nuovo gruppo, i Syrinx, che si stabilizzò come cover band dei Rush. Nonostante la buona volontà, Hetfield fu sconvolto da un grave lutto: la madre, Cynthia, morì di cancro.

Dopo la morte della madre, la famiglia si trasferisce a Brea, in California. Hetfield si iscrisse alla Brea Olinda High School, dove conobbe Hugh Tanner, un chitarrista. Con Tanner e McGovney, al quale Hetfield si propose di dare lezioni di basso, Hetfield formò i Phantom Lord. McGovney ricorda così l'avvenimento: "James mi propose di far parte dei Phantom Lord come bassista, ma io gli ho detto che non lo sapevo suonare bene, e che non ce l'avevo nemmeno un basso mio. E James ha detto 'Ti faccio vedere io come si suona', così abbiamo affittato un basso e un amplificatore e James mi ha insegnato le basi, quello che dovevo fare per seguirlo alla chitarra".[3]

Anche i Phantom Lord ebbero però vita breve: finite le superiori, Hetfield e McGovney si trasferiscono in una casa dei genitori del bassista, abbandonata, che i due organizzano come sala prove. In questo periodo fondano i Leather Charm, gruppo nel quale Hetfield lascia la chitarra per essere un vero e proprio frontman-cantante. Alla chitarra e alla batteria, furono chiamati alcuni amici di McGovney. Fu con questa formazione che si iniziarono a comporre i primissimi brani, tra cui Hit the Lights.[3]

Dopo il diploma, James inizia a lavorare in una ditta di stampa di adesivi, per poter acquistare una strumentazione decente ed iniziare la carriera musicale vera e propria. Fu uno dei primissimi ad usare la combinazione tanto cara oggi al metal ottenuta dal connubio fra amplificatore Mesa Boogie e pickup attivi EMG.

Metallica
Nel 1981, assieme al batterista Lars Ulrich, al chitarrista Dave Mustaine e a Ron McGovney, fonda i Metallica. McGovney se ne va, mentre Mustaine venne cacciato dallo stesso Hetfield e da Ulrich, per il suo carattere rissoso e per il suo continuo abuso di droga e alcol, che non gli permetteva di concentrarsi sulla musica.

Poco prima delle registrazioni di Kill'Em All (1983), arrivano Kirk Hammett alla chitarra e Cliff Burton al basso. Con questa formazione verranno pubblicati anche Ride The Lightning (1984) e Master of Puppets (1986). Nel settembre 1986 Cliff Burton(con il quale i Metallica pubblicano i primi tre album) muore in seguito ad un incidente avvenuto in Svezia dopo che l'autobus turistico su cui viaggiava si ribaltò più volte. Questa fu una tragedia per tutti i componenti che definiranno Cliff Burton un ottimo musicista ma soprattutto un grande amico (a prova di ciò si noti come Hetfield indossi ancora oggi, sulla mano destra, uno degli anelli a teschio che appartenevano a Cliff Burton).

Nel 1988 i Metallica registrano un ep dal titolo Garage Days con il nuovo bassista, Jason Newsted subito dopo il disco And Justice For All che segna un cambio di stile nel rappresentare il thrash metal. A parere di molti, in questo album e nel suo relativo tour, si può apprezzare il miglior James Hetfield di sempre. Negli anni '90, Hetfield e i Metallica diventano tra i gruppi di maggiore successo commerciale della scena rock/metal, grazie ad album come Metallica (1991), Load (1996) e Re-Load (1997), tutti e tre prodotti da Bob Rock, che però non vennero acclamati dai fan di vecchia data.

Il penultimo disco pubblicato dai Metallica è St. Anger (2003), prodotto sempre da Bob Rock, che in quell'occasione ha anche suonato le parti di basso per le registrazioni in studio. Robert Trujillo, attuale bassista della band infatti, arriverà qualche mese più tardi. L'ultimo lavoro è Death Magnetic, uscito il 12 settembre 2008 e che segna un ritorno alle sonorità di "...And Justice for All". Prodotto da Rick Rubin, il nuovo lavoro vede per la prima volta la partecipazione attiva, nel processo di registrazione, del nuovo bassista Trujillo.

Inoltre è Endorsers per la marca di chitarre ESP.

L'ostilità con Dave Mustaine
Tra James Hetfield e Dave Mustaine scorre un duraturo diverbio. I loro rapporti non sono mai stati idilliaci e litigavano spesso anche quando entrambi militavano nei Metallica.

Tra di loro ci fu una violenta lite nell'estate del 1982, ma, ciononostante, a Mustaine venne concessa una seconda possibilità e rimase nei Metallica.

Nonostante il perdono, Mustaine continuava ad esibire il suo carattere violento e il suo debole per alcol e droghe.

Agli inizi del 1983, mentre i Metallica si recavano a New York per incontrare il produttore Jon Zazula, Mustaine era alla guida del furgone ma, a causa del suo stato di ebbrezza, il mezzo sbandò e finì in un fossato. Stanchi dei suoi atteggiamenti, gli altri componenti decisero di cacciarlo dal gruppo. Mustaine fece il suo ultimo show con i Metallica, suonando assieme ai Venom e i Vandenberg. Il mattino seguente, Hetfield svegliò Mustaine, dicendogli di preparare le valigie e di andarsene.

E così, nell'aprile del 1983, Mustaine venne ufficialmente licenziato. Qualche mese dopo, Mustaine formerà i Megadeth.

Tuttavia, la disputa tra Hetfield e Mustaine non si concluse con l'espulsione di quest'ultimo e, in passato, Mustaine rivendicò i diritti d'autore su alcuni brani, sostenendo di essere stato coautore di quasi tutti i pezzi di Kill 'Em All (eccetto Hit The Lights, (Anesthesia) Pulling Teeth e Motorbreath), ma il gruppo gli riconobbe solamente Jump in the Fire, Phantom Lord, Metal Militia e The Four Horsemen. Quest'ultimo brano fu inserito nel primo album dei Megadeth, Killing Is My Business... And Business Is Good!, con il nome di Mechanix. Mustaine dichiarò anche di aver scritto Leper Messiah, ma non vi sono prove in suo favore.

Mustaine ha recentemente dichiarato di non nutrire più alcun rancore nei confronti di Hetfield e dei Metallica e ha anche partecipato al documentario biografico dei Metallica intitolato Some Kind of Monster, nel quale Lars Ulrich lo intervista sulla sua espulsione dalla band.

Vita personale
A causa della sua dipendenza da alcol, Hetfield ha avuto molti problemi familiari. Dal momento della sua riabilitazione, cerca di trascorrere molto più tempo con sua moglie Francesca Tomasi, sposata nel 1997, e i tre figli: Cali Tee, Castor Virgil e Marcela.

Eventi recenti
Nel 2004 si è esibito all'Outlaws Concert, insieme ad Hank Williams Jr., Cowboy Troy, Gretchen Wilson e Kid Rock. Per l'occasione ha eseguito un brano dell'amico Waylon Jennings, "Don't You Think This Outlaw Bit's Done Got Out Of Hand" (dall'album a lui dedicato, I've Always Been Crazy). Il 12 settembre 2008 esce il nuovo album "Death Magnetic" che oltre ad utilizzare sulla copertina il vecchio "metallico" logo anche le sonorità paiono ricalcare il vecchio stile thrash metal in chiave più moderna.
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 98
Data d'iscrizione : 25.10.09
Età : 24
Località : Teramo

Visualizza il profilo dell'utente http://heavymetal.discutforum.com

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum